Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Jesi: due negozi "compro oro" nel mirino delle forze dell'ordine

JESI – I titolari di due negozi “Compro Oro” indagati per ricettazione; i Carabinieri di Ostra hanno trovato in uno dei due alcuni monili provenienti da un furto messo a segno il 15 ottobre scorso ad Ostra, mentre in un altro hanno trovato tracce di altri oggetti preziosi mandati nei laboratori attrezzati alle operazione di fusione.

L’operazione è stata portata a termine dai Carabinieri della Compagnia di Senigallia i quali, in esecuzione di due decreti di perquisizione emessi dalla Procura della Repubblica di Ancona nei confronti dei due esercizi di “compro oro” che, come detto, sono indagati “perché, in qualità di proprietari di rivendite autorizzate, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto, acquistavano o comunque ricevevano oggetti in oro di provenienze illecita”. In particolare i militari hanno ritrovato in uno dei due negozi “sospetti” un braccialetto in oro giallo a “magline” del peso di gr. 4,70, acquistato al prezzo di €. 86; un paio di orecchini in oro giallo, raffiguranti un cuoricino; un anello in oro bianco e giallo, dal quale era stato rimosso un diamante, il tutto per un peso complessivo di gr. 4,50 ed acquistati al prezzo di €. 83,00. Dagli accertamenti i militari sono riusciti a stabilire che tali preziosi erano stati portati al Compro Oro da parte di una giovane coppia di ventenni abitanti ad Ostra Vetere (questi denunciati nei giorni scorsi dagli stessi militari).

Nel secondo negozio i monili non c’erano più, ma dalle registrazioni è emerso che questi erano stati inviati alla fusione, così come risulterebbe dai registri di carico e scarico del negozio e dalle foto effettuate. In questo caso si trattava di: un orologio ed un bracciale in oro 18 Kt di peso complessivo di gr. 50,70, acquistato al prezzo di €. 963; due collane, tre bracciali in oro 18 Kt per un peso complessivo di gr. 48,77 acquistati al prezzo di € 975; una collana, un ciondolo, una carcassa di orologio e minuteria varia in oro 18 Kt per un peso totale di gr. 29,96, acquistato al prezzo di €. 520,00. Tutti gli oggetti preziosi sono stati riconosciuti dalle vittime dei furti attraverso le riproduzioni fotografiche. Gran parte della refurtiva, dicono i Carabinieri, proverrebbe da un furto messo a segno il 15 ottobre scorso in una abitazione di Ostra Vetere di proprietà di una coppia di olandesi residenti in Italia. Il recupero di tali oggetti non ha però messo fine alla vicenda; proseguono, infatti, le indagini per smascherare la rete di ricettatori del materiale trafugato dalle abitazioni “ripulite”.

da Quelli del Massaccio

Vota questo articolo
(1 Vota)

EFFETTUA IL LOGIN

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

Lottizzazione dei desideri .. dove i sogni diventano realtà

La Planina Costruzioni s.r.l. opera da oltre 10 anni nel settore dell’edilizia civile ed industriale , con professionalità ed efficienza che da sempre la contraddistingue.

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator