Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Festival Internazionale del Brodetto e delle zuppe di Pesce

Cooking show, musica, convegni, lezioni di cucina, degustazioni, corsi, giochi…tutto quello che accadrà al Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce (al Lido di Fano dal 12 al 14 settembre 2014) fa riferimento al mondo della pesca, della tradizione marinara e della cultura enogastronomica locale, nazionale ed internazionale, ma promette, ogni anno di più, di stupire gli ospiti.

 

Saranno tante, infatti, le novità che caratterizzeranno questa 12° edizione del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce, sempre più “social”, sempre più ricco, sempre più internazionalmente “geolocalizzato” perché abbattere davvero le frontiere significa anche non dimenticare mai il territorio e la cultura che lo contraddistingue. Ecco allora che nasce la Spiaggia del Gusto 2.0 nella quale ogni operatore dei vari stand-ristorante fanesi, potrà presentare al pubblico la cucina di un suo collega non fanese. Ed ecco nascere, sulla base della stessa filosofia, la Gara Internazionale di Brodetto in cui l’Italia sarà rappresentata da due marchigianissimi e pluristellati chef: Mauro Uliassi e Moreno Cedroni. Ecco anche arricchirsi l’offerta gastronomica e turistica con il Fuoribrodetto, inziativa per cui tutti i locali del territorio, dal 1 settembre al 12 ottobre, saranno chiamati a servire brodetto, aperitivi di pesce o organizzare serate di abbinamento brodetto/vino ispirandosi al Festival, il tutto a prezzi convenzionati. Ed ecco, infine, nascere il Bloggerday: sull’onda delle innovazioni mediatiche degli ultimi anni, il Festival dedica una intera giornata al mondo dei Food Blogger con l’intento di sviluppare nuovi linguaggi ed approfondire un ambito in costante crescita.

“Sarà un Festival, quello 2014 - spiega Ilva Sartini, direttore Confesercenti Marche - in cui le tradizioni e la cultura di un territorio avranno l’occasione di sposarsi con nuovi linguaggi multimediali e diventare internazionali a tutti gli effetti. Grazie anche alle iniziative che la Regione Marche porta avanti con il progetto di cooperazione internazionale “Macro Regione Adriatico-Ionica”, infatti, il Festival del Brodetto può contare sulla presenza di grandi nomi dell’enogastronomia che sono si stranieri, e quindi rappresentativi di culture diverse, ma che condividono la tradizione del pesce con la sponda adriatica dell’Italia. Una collaborazione, dunque che riesce a sondare le differenze esistenti dentro un’unica tradizione. D’altra parte questo era uno degli obiettivi che l’organizzazione si era posta fin dalle prime edizioni: rendere il brodetto non più soltanto una ricetta, ma un cardine della cultura, qualcosa di rappresentativo che racchiudesse in sé le molteplicità del nostro stile di vita. Per questo si è deciso quest’anno anche di dare spazio a momenti dedicati ai vini rappresentativi del territorio, in collaborazione con l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini – IMT (800 aziende pari al 90% dell’export vinicolo regionale). Dunque, di fianco al Palabrodetto, luogo elettivo del Festival in cui da sempre si svolgono i cookingshow e in cui quest’anno si svolgerà anche la Gara Internazionale di Brodetto, nasce uno spazio dedicato ai vini all’interno del quale saranno ospitate le etichette locali e gli ospiti potranno degustare serenamente uno dei migliori frutti di questa terra. Restano comunque confermate le iniziative apprezzate negli scorsi anni tra cui spicca la collaborazione, diventata ormai storica, con la trasmissione di Radio2 DECANTER. Ampio spazio, allora, alla mostra mercato, alla cucina di strada, all’intrattenimento con spettacoli dal vivo e alla musica. Allo stesso modo restano confermate le collaborazioni con gli attori più importanti dell'editoria, del giornalismo e delle associazioni legate a questo mondo che da sempre affiancano lo staff. Infine, non ci siamo dimenticati neanche dei più piccoli con BRODETTO KIDS / PAPPA FISH, degli appassionati di letteratura enogastronomica con LIBRI D’AMARE e dei cinefili con il BRODETTO FILM FEST. Tutto questo nonostante le difficoltà che l’organizzazione trova ogni anno nel portare avanti una manifestazione così impegnativa, un evento che vale per il territorio come tutta una strategia di marketing turistico se è vero che almeno negli ultimi 10 anni affluiscono a Fano una media di 70mila persone”.

da Festival Internazionale del Brodetto

Vota questo articolo
(0 Voti)

EFFETTUA IL LOGIN

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

Zap-Juice muove e promuove il territorio

Zap Juice è quindi un contenitore plastico, un laboratorio che raccoglie e raccorda sensibilità, conoscenze professionali, passioni tutte unite da uno slancio organizzativo pionieristico e dalla certezza che in ogni iniziativa la comprensione e la condivisione non sono atti dovuti, piuttosto un esito spontaneo scaturito dal rispetto di ruoli, dalla coincidenza di interessi e opportunità.

Esutur Bus Tour Operator